Perché avere un robot in farmacia

Introdurre l'automazione in farmacia non significa né sostituire i robot alle persone nell'interazione con i clienti né incentivare la riduzione del personale. Avere dei software e degli hardware che gestiscono in modo automatico il magazzino, consentono di avere sott'occhio tutti i dati dei farmaci e velocizzano il reperimento dei medicinali, permette poi di liberare tempo prezioso al farmacista.

Perché avere un robot in farmacia

 

 

 

Se questa figura è obbligata a spostarsi continuamente dal banco al magazzino, può dedicare poco tempo e attenzione al singolo cliente, precludendosi la possibilità di cross-selling, ovvero di suggerirgli un prodotto complementare a quello da lui acquistato. Capire le esigenze e le abitudini dei clienti, con semplici chiacchiere informali, aiuta a fidelizzarlo e, potenzialemente, a vendergli più prodotti. Nel tempo speso dal farmacista per offrire al cliente un servizio migliore, il robot avrà già fatto arrivare direttamente in cassa quanto richiesto tramite il software gestionale.

Più precisione con meno sforzo

Spazio, precisione e risparmio sono altre tre parole chiave quando si parla di automazione e farmacia. Un vantaggio evidente dell’automazione, quando ne sussistono i presupposti, è quello di aumentare lo spazio espositivo dei prodotti in farmacia: il robot che prende i medicinali dal magazzino consente di eliminare le ingombranti cassettiere e gli scaffali pieni di farmaci poco attraenti per il cliente.

Un altro fattore da considerare è che, nel lavoro manuale e con lo stress quotidiano, scambiare un farmaco o semplicemente un dosaggio, è possibile: con l'automazione si potrebbero evitare questi piccoli inconvenienti. Non solo: la possibilità di scivolare o cadere dalla scaletta per prendere un farmaco da uno scaffale è una delle maggiori cause di infortuni all'interno di una farmacia. Un processo totalmente automatico fa arrivare invece il farmaco al banco senza doversi spostare o esporsi a rischi.

Automatizzare il processo di gestione dei farmaci consente, inoltre, di ridurre gli scaduti, e quindi i costi, e avere tutta la giacenza sotto controllo in tempo reale.

Le agevolazioni fiscali per l'installazione

Perché avere un robot in farmacia

L'automazione in farmacia è conveniente anche grazie al credito d'imposta, di cui possono beneficiare le aziende che acquistano nuovi beni strumentali, materiali e immateriali, finalizzati al perfezionamento tecnologico dell'attività.

La legge di bilancio 2020 ha garantito una detrazione del 40% per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro e del 20% da 2,5 a 10 milioni di euro per i beni strumentali materiali tecnologicamente avanzati. È invece prevista un'aliquota del 15% del costo dei beni strumentali immateriali, nel limite massimo dei costi ammissibili pari a 700.000. Secondo la L.160/2019, le migliorie devono essere apportate nel periodo che va dal 1 gennaio 2020 al 31 dicembre 2020; qualora l'ordine risulti accettato e sia stato saldato almeno il 20% dell'importo totale entro la fine dell'anno, l'agevolazione può estendersi al 30 giugno 2021.